fbpx

Cibi sì e i cibi no contro la Cellulite

cibi sì e i cibi no contro la cellulite

Quali sono i cibi sì e i cibi no contro la cellulite? Sicuramente un corretto stile di vita, un’alimentazione equilibrata ed adeguata fanno sì che pesantezza, gonfiori alle gambe e cellulite, causati da un rallentamento del circolo venoso (che peggiora con il caldo di questo periodo), possano essere prevenuti e alleviati. Stipsi e ritenzione idrica sono, infatti, due tipici segnali di un insufficiente e scorretto esercizio fisico associato ad un’alimentazione scorretta.

È fondamentale, dunque una corretta “educazione alimentare”, sapere cioè qual è il modo corretto di mangiare non solo riguardo alla quantità, ma anche riguardo alla qualità, sia che si debba mantenere il peso corporeo, sia che si debba dimagrire con una dieta ipocalorica. Ecco dunque cosa preferire e cosa evitare a tavola: i cibi sì e i cibi no contro la cellulite.

 

L’acqua

È di fondamentale importanza, inoltre, prendere in considerazione il problema dell’assunzione di acqua durante la giornata. Uno dei luoghi comuni che confondono le idee sulle strategie contro la cellulite afferma che bisognerebbe bere poca acqua.

cibi sì e i cibi no contro la celluliteNiente di più sbagliato: è sempre consigliabile, al contrario, consumare molta acqua. Un litro e mezzo al giorno è la quantità di acqua minima da assumere per un adulto, permettere una buona diuresi e un’eliminazione ottimale delle sostanze tossiche e di rifiuto.

Particolare attenzione va messa soprattutto nella lettura delle etichette delle acque minerali, che, apparentemente uguali, possono risultare utili o controindicate secondo la quantità di minerali in esse disciolti: per chi soffre di ritenzione idrica, naturalmente, sono controindicate quelle ricche di sodio. Quelle con il minor rischio di controindicazioni sono le acque oligominerali, che, oltre al rapido assorbimento gastrico, hanno il pregio di depurare le vie urinarie ed epatiche, favorendo l’eliminazione dell’acido urico.

 

Il sale

Nello scegliere gli alimenti da consumare nella dieta bisogna prestare attenzione a quelli che favoriscono il ristagno e gonfiano i tessuti. Il sale è il nemico numero uno per una dieta anticellulite.

cibi sì e i cibi no contro la celluliteDunque la prima regola da seguire per chi soffre di ritenzione idrica, o per chi intende prevenirla, è di ridurre l’assunzione di sodio: sostanza che il nostro organismo assume principalmente sotto forma di cloruro (il comune sale da cucina). Il sodio trattiene acqua all’interno dei tessuti impedendo il corretto scambio di liquidi tra la cellula e l’esterno.

A prescindere dal fatto che alcune persone sono geneticamente predisposte a trattenere il sodio, molte diete tendono ad apportare eccessive quantità di sodio. Ciò è causa di un’alterazione nei meccanismi di equilibrio idro-salino, con conseguente alterazione della pressione sanguigna, dell’equilibrio corporeo acido-basico, della contrazione muscolare e della trasmissione nervosa.

Per evitare accumuli di sodio, quindi, bisognerebbe cercare sempre di attenersi ai limiti del fabbisogno giornaliero. Nel sodio complessivamente assunto durante il giorno, però, non bisogna considerare solo il sale da cucina, ma anche tutti quei prodotti utilissimi per condire, ma ricchi di sodio, come: i dadi, le salse, le conserve, ecc. Rinunciare ad un po’ di sale non significa fare a meno dei sapori perché può essere sostituito con gli usuali aromi da cucina quali timo, lauro, basilico, cipolla, prezzemolo e aglio.

 

Alcuni semplici consigli sui cibi sì e i cibi no contro la cellulite
  • Non mettere il sale direttamente sulla pasta o sul riso, ma aggiungerlo solo nell’acqua di cottura;
  • evitare i cibi in scatola;
  • optare per cotture semplici (vapore, griglia);
  • consumare frutta ricca di vitamina C e sostanze antiossidanti;
  • consumare più verdure, che saziano e sono poco caloriche;
  • prestare sempre attenzione alle etichette nutrizionali degli alimenti, escludendo quei cibi che presentano come primo ingrediente il sale (anche sottoforma di altri nomi, come: Na, cloruro di sodio, fosfato monosodico, bicarbonato di sodio o glutammato di sodio);
  • evitare cibi molto salati, salumi, formaggi grassi e fermentati, fritti, scatolame, bevande dolcificate, succhi di frutta con sciroppo, alcolici, cioccolato, caffè, the forte;
  • bere molta acqua non gasata, che aiuta ad eliminare attraverso le urine i liquidi trattenuti dai tessuti;

 

Alimenti no

Banditi gli eccessi di caffè (oltre 2-3 tazzine il giorno), di cioccolato e di bevande alcoliche (come vino, birra e liquori), poiché affaticano il fegato impedendo di espellere le sostanze di rifiuto.

 

Alimenti sì

Da preferire invece gli alimenti freschi, ricchi di vitamine e sali minerali ad alto contenuto di fibra (sostanza che facilita la digestione e combatte la stitichezza), vitamina C, E e Potassio.

Frutta e verdura, (finocchi, indivia, sedano, carciofi, asparagi, carote, arance, kiwi, pompelmo, prugne fresche, albicocche e pesche) sono quindi da consumare in grandi quantità sia sotto forma di succhi, sia di centrifugato: sono da prediligere quelle ricche di potassio, sostanza capace di contrastare il sodio, come piselli, patate, lenticchie, cipolla (soprattutto se viene consumata cruda), che hanno proprietà diuretiche, facilitando l’eliminazione dei liquidi in eccesso e delle sostanze di rifiuto.

cibi sì e i cibi no contro la cellulite Inoltre il loro apporto di fibra fa aumentare la velocità del transito intestinale, facilitando l’evacuazione delle scorie alimentari. Un buon funzionamento dell’intestino infatti è un altro punto fondamentale per combattere efficacemente il disturbo. Infine riducono l’assorbimento degli zuccheri e dei grassi, senza disturbare l’utilizzazione delle proteine e degli oligoelementi (ferro, rame, selenio, zinco, magnesio e calcio).

Particolare attenzione va riposta nei mirtilli che contengono un gran quantitativo di sostanze protettrici delle pareti dei vasi. I frutti di bosco e di sottobosco, sono invece ricchi di bioflavonoidi, veri alleati di una buona microcircolazione. Tutta la frutta ricca di acqua come anguria, melone, fragole ha azione diuretica e ancora di più quella con alto contenuto in potassio come albicocca, ananas, ribes, ciliegia.

fonte: Tgcom.24

RIMANI SEMPRE INFORMATO SU QUESTO ARGOMENTO ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

5 cose che puoi fare in casa se hai la cellulite

Ecco 5 cose che puoi fare in casa se hai la cellulite.

La cellulite è una problematica che colpisce ogni tipo di donna, e non va di pari passo con il peso corporeo. Esistono infatti donne magre che presentano molta pelle a ‘buccia d’arancia’ e donne più morbide che hanno una pelle liscia e vellutata.

Il problema è legato al ristagno dei liquidi e a delle problematiche circolatorie e anche linfatiche. Il tessuto sottocutaneo infatti, diventa simile ad un cuscinetto contenente acqua e tessuto adiposo. Le cause della cellulite possono essere diverse, c’è chi la ha per motivi genetici, chi per motivi ormonali, per cattive abitudini, per problemi legati alla pompa plantare e può insorgere anche a causa del sovrappeso che porta con se sempre un ristagno di liquidi. La cellulite si concentra sopratutto su fianchi e cosce e colpisce in special modo le donne.

Affrontare e combattere la cellulite può essere una lotta lunga come una vita, o nel caso in cui si concentri solo in alcune parti del corpo e soltanto in particolari periodi della vita, potrà essere curata e resa meno visibile coltivando sane abitudini, adottando routine di bellezza specifiche e sopratutto mangiando bene.

Scopriamo 5 cose che si possono fare in casa se hai la cellulite.

Fonte foto: Istock

La cellulite, una delle nemiche giurate delle donne, che si comporta in modo democratico e causa la comparsa della pelle a ‘buccia d’arancia’. Una problematica che nei casi più gravi può infiammarsi e diventare anche molto dolorosa al tatto.

In un momento storico in cui siamo tutti costretti a vivere in casa, il tempo a disposizione ci permetterà di avere cura del nostro corpo e attuare delle strategie per combattere l’inestetismo della cellulite. Sono diversi i modi con cui affrontarla, ma il primo di tutti è volersi bene e decidere di dare un taglio a tutte le cattive abitudini che possano incentivarne la comparsa ed il peggioramento.

Via le sigarette, i grassi saturi, gli indumenti stretti e la pigrizia. Ma scopriamo 5 cose che si possono fare tra le quattro mura domestiche per combattere la cellulite e arrivare all’estate con una pelle visibilmente migliorata.

1 – Il bagno di sale

Il sale aiuta a drenare i liquidi in eccesso e si potrà sciogliere nell’acqua della vasca per rilassarsi una mezz’oretta ed ottenere un piacevole effetto drenante.

Ricetta:

1k di sale ( aiuta a drenare i liquidi in eccesso)

Per dare vitalità se lo avete qualche rametto di rosmarino che aiuta il rinnovamento cellulare e il buonumore

L’acqua dovrebbe essere tra i 38/40 gradi

Immergetevi nella vasca calda per 20/30 minuti e per tonificare fate uno sciacquo tiepido per togliere i residui di sale

2 – Lo scrub anticellulite

Uno scrub salino, aiuta la pelle a rigenerarsi e attraverso le proprietà del sale ed il massaggio per l’applicazione drena i liquidi in eccesso soprattutto nelle zone colpite dalla cellulite. Ecco come preparare un eccezionale scrub salino al caffè.

Ricetta:

2 cucchiai di sale fino

3 cucchiai di caffè macinato

2 cucchiai di zucchero

3 cucchiai di olio di oliva

2 gocce di olio essenziale di limone

2 gocce di olio essenziale di rosmarino

Mescolare il tutto è consigliabile applicare lo scrub sotto la doccia dopo aver bagnato la pelle partendo dal basso verso l’alto con movimenti circolari

La caffeina e gli antiossidanti presenti nel caffè costituiscono un rimedio efficace per combattere la cellulite. … Inoltre gli antiossidanti di cui è ricco il caffè concorrono allo smaltimento delle scorie e ad ottenere così una pelle più tonica e luminosa. Il rosmarino e il limone sono tonificanti e drenati naturali

3 – L’olio anticellulite

L’olio anticellulite è un ottimo prodotto da massaggiare sulla pelle ogni giorno. Un cosmetico fai da te che si può preparare con un olio base, reperibile in supermercato e degli oli essenziali che si possono facilmente trovare nelle farmacie. Ecco come prepararlo.

Ricetta:

Scegliere l’olio più facile da reperire in questo momento per esempio, olio di jojoba, mandorle dolci o riso utilizzare 100 ml di olio a cui mescolare degli olii essenziali utili come anti cellulite che possono essere limone, arancio, menta, rosmarino. Non superare le 40 gocce totali per non irritare la pelle

Dopo averlo preparato applicarlo con movimenti rotatori dal basso verso l’altro insistendo sulle parti dove c’è più presenza di buccia d’arancia

4 – La ginnastica anticellulite

Anche la ginnastica può aiutare a ridurre la cellulite ed il ristagno linfatico. Sarà semplice eseguire degli esercizi specifici, vi basterà un abbigliamento comodo e una luogo della casa dove isolarvi per fare attività fisica.

6 esercizi per sbarazzarsi della cellulite in 2 settimane

5 – Il frullato anticellulite

Assumere alimenti dal potere drenante e bere molta acqua sono due dei consigli fondamentali per combattere la cellulite dall’interno. Ecco come preparare un frullato anticellulite anche molto piacevole al palato, potrete gustarlo per colazione o per merenda.

Ricetta:

mirtilli neri 150g

ananas fresco 150g

fragole 150g

lamponi 100g

pompelmo rosa 200g

Qualche cubetto di ghiaccio

Togliere la scorza all’ ananas e al pompelmo mondare fragole lamponi e mirtilli. Frullare il tutto, da consumare il tutto subito per non perdere i principi attivi.

Questa frutta e ricca di acido citrico in oltre l’ananas e diuretico e depurativo.

I mirtilli rinforzano i capillari

Prendersi cura del proprio benessere in casa è possibile, basterà avere costanza e i risultati non tarderanno.

https://www.chedonna.it/2020/03/19/5-cose-fare-casa-cellulite-video/

 

RIMANI SEMPRE INFORMATO SU QUESTO ARGOMENTO ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER